Trova promozioni

Esposizioni e mostre d'arte in Liguria

Mostra visitabile fino a domenica 24 febbraio 2019

Fabio Linari. Viaggiatore senza tempo a La Spezia

A La Spezia, fino a domenica 24 febbraio 2019, Fabio Linari. Viaggiatore senza tempo.

Fabio Linari. Viaggiatore senza tempo: Sabato 15 dicembre, alle ore 18.30, apre nelle sale della Palazzina delle Arti "L. R. Rosaia", la mostra Fabio Linari. Viaggiatore senza tempo, omaggio al pittore spezzino improvvisamente scomparso nel 2013, con cui si conclude la programmazione espositiva dell'anno 2018 negli spazi della Palazzina delle Arti "L.R. Rosaia".
Apprezzato per le sue doti pittoriche, dalla fine degli anni '80 Linari aveva esposto in diverse gallerie spezzine e nel mondo, e nel novembre del 2010 aveva portato i suoi dipinti all'interno del CAMeC nell'ambito della rassegna Finestra sul golfo.
L'esposizione attuale è il secondo tributo postumo della città della Spezia a Fabio Maria Linari, dopo quello organizzato presso gli spazi del LAS Cardarelli nel 2014- il liceo artistico dove egli insegnava Discipline Pittoriche– occasione in cui la sua opera venne promossa attraverso un convegno e una mostra intitolati Percorsi comuni. Fabio Maria Linari e i suoi amici che illustravano le fasi, le esperienze, gli incontri della vita di Fabio, tra la città nativa e la Lombardia.
Fabio Linari. Viaggiatore senza tempo ben si colloca nel filone degli omaggi agli artisti spezzini, che caratterizza da sempre la programmazione della Palazzina delle Arti; ideata e curata da Valerio Cremolini, Marzia Ratti e Barbara Viale, con l'insostituibile collaborazione di Alberta Intelisano Linari, l'esposizione si propone di ripercorrere l'itinerario creativo dell'artista accompagnando il visitatore in un viaggio ideale attraverso le opere realizzate tra gli anni '90 e il 2013; come di consueto la mostra è accompagnata da un catalogo in cui le opere sono associate ad una nutrita selezione di testi critici, a testimonianza della copiosa bibliografia che sempre ha accompagnato ogni momento del percorso creativo dell'artista.
In conclusione, come esaustivamente esprimono le parole dell'Assessore Paolo Asti, "La mostra vuole essere, non solo l'omaggio a un artista scomparso prematuramente, ma l'occasione anche per fare il punto su quello che, a partire dagli anni ottanta, è stato prodotto interagendo, sia all'interno della sua generazione, a partire dal Gruppo Idioma, sia facendo riferimento a grandi artisti e intellettuali che ne hanno influenzato il lavoro, primo tra tutti Giovanni Testori.
Con questa mostra possiamo infine ringraziare Fabio per ciò che ci ha lasciato e per quel che ha fatto, anche come docente, per nuove generazioni di spezzini.
Il tributo che l'amministrazione rivolge con questa mostra al Suo lavoro credo che altro non sia che ciò che Fabio avrebbe potuto e dovuto raccogliere in vita, nella e dalla sua Città natale."

Cenni biografici di Fabio Maria Linari

Nasce alla Spezia nel 1959. Figlio del pittore Giacomo Linari, si diploma al Liceo Artistico di Carrara e successivamente, nel 1983 all'Accademia di Belle Arti. Nel 1984 si diploma in calcografia e stampa d'arte ai corsi istituiti dalla stamperia Segno Grafico Ligure della Spezia e dal Centro Internazionale della Grafica di Venezia. Nel 1985 si trasferisce a Milano, città nella quale il suo percorso artistico comincia a prendere concretamente forma.
Nel 1986 conosce Giovanni Testori, il cui sprone è mirabile stimolo ai propositi dell'artista.
Nel 1987 diviene titolare della cattedra di Discipline Pittoriche al Liceo Artistico Statale Giacomo e Pio Manzù di Bergamo. Del 1988 è la prima personale presentata da Francesco Frangi, a Gardone Riviera, dal titolo La periferia e il ponte. Sono questi gli anni in cui si stabilisce tra Bergamo e Chiari, in provincia di Brescia.
Agli inizi degli anni '90 espone negli USA all'università di Santa Barbara, in California. Con il pittore americano Kerry Condrom valorizza il quartiere di Hayes Valley Block a San Francisco con un'esposizione on the road.
Tra le successive mostre, ricordiamo quelle presso la Galleria Charta di Bergamo (1996 e 1997), la Galleria Mari di Imbersago (1998), il Castello di Lerici e la Compagnia del Disegno di Milano (2000), l'Associazione Cortina (2002).
Partecipa a numerose edizioni del premio La Fenice et Des Artistes a Venezia.
Nel decennale della caduta del Muro di Berlino espone presso la galleria Ars Media di Bergamo, un ciclo di opere commemorative intitolate Carte berlinesi e nel ventennale della crollo realizza presso il Centro Allende della Spezia la personale Prospettive berlinesi.
L'anno giubilare lo porta ad incontrare il Santo Padre in occasione della retrospettiva dell'opera paterna e della Postulazione della Causa Montfort Dottore della Chiesa.
Nel 2001 riporta le suggestioni dei viaggi compiuti a New York in un primo ciclo di dipinti, influenze che torneranno nel 2007 nel ciclo Empire, percorso ideale e suggestivo dello skyline della città.
Negli anni tra il 2003 e il 2005 si collocano una serie di esposizioni ispirate all'opera dei pittori rinascimentali Moretto e Romanino.
Ha vinto due volte il Premio Morlotti e il secondo premio alla Biennale d'Arte Galep Città di Chiavari.
Tornato in Liguria nel 2011, è morto improvvisamente due anni più tardi, nel pieno della sua forza creativa. Nel 2014, per ricordare la persona e l'opera di Linari, è stata organizzata presso il LAS Cardarelli della Spezia, la mostra Fabio Maria Linari e i suoi amici, a cura di Valerio Cremolini.



Per info visita il sito turistico del comune di La Spezia: http://www.myspezia.it/evento/fabio-linari-viaggiatore-senza-tempo/.

Dove: La Spezia
Da: sabato 15 dicembre 2018
A: domenica 24 febbraio 2019

Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle mostre visitabili a La Spezia

*La presente mostra è stata pubblicata a scopo informativo. Le manifestazioni, le date, i luoghi risultano comunicati dagli organizzatori delle singole iniziative. Langololigure.it non si assume responsabilità alcuna per ogni eventuale cambiamento degli eventi e delle date riportati non comunicati dagli organizzatori.

Indietro

Mostre La Spezia esposizioni La Spezia estemporanee La Spezia Mostre personali La Spezia Mostre fotografiche La Spezia Mostre di ceramica La Spezia

Previsioni meteo a La Spezia






Contenuti sponsorizzati

Se hai deciso di trascorrere un periodo di vacanza a La Spezia, più o meno lungo, è molto probabile che ti interessi sapere a quali mostre poter assistere a La Spezia. Poichè la buona riuscita di una vacanza dipende anche dal tipo di esposizioni d'arte che è possibile trovare nell'area di visita, ti diamo la possibilità di prendere visione delle mostre fotografiche visibili a La Spezia. Ti consigliamo quindi di cliccare sulla mostra di ceramica a La Spezia per visionarne i dettagli. La sezione mostre ed espozioni d'arte a La Spezia è in continuo aggiornamento, quindi tutto ciò che non trovi adesso potrebbe essere presente la prossima volta che tornerai a farci visita.

In questo sito potrebbero essere utilizzati cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di questi cookie. CHIUDI - LEGGI DI PIÙ