Trova promozioni

Il blog della Liguria

6 marzo 2019

Viaggio a Genova sulle note di Fabrizio De André

Guarda questa foto sulla news Viaggio a Genova sulle note di Fabrizio De André del 06/03/2019Genova è caratterizzata da un fascino tutto particolare, dovuto alle molteplici sfaccettature che ne definiscono la storia e l'identità: il mare, il porto, gli stretti vicoli, i mercati e i lunghi portici, ma anche un centro storico ricchissimo, fatto di palazzi antichi e chiese dalle geometrie rigorose. Decantata dai musicisti è soprattutto la Genova dei caruggi e dei sobborghi, abitata da alcuni dei più grandi cantautori italiani di tutti i tempi, che, in qualche modo, hanno a loro volta lasciato dei segni indelebili sulla stessa città. Mi riferisco a tutti i personaggi che hanno dato vita alla cosiddetta "Scuola Genovese": in primis l'amatissimo Fabrizio De André, immediatamente seguito da Gino Paoli, Bruno Lauzi, Luigi Tenco, Ivano Fossati e i mitici New Trolls.

Ciò che vi proponiamo qui è un itinerario che si svolge attorno ad alcuni dei luoghi legati al grande De André, luoghi che tutti sentiamo almeno in parte di conoscere, grazie alle sue celebri canzoni. Le basi di partenza per questo viaggio potrebbero essere due: il quartiere la Foce, affacciato sul mare ad est del porto, o il quartiere di Pegli, dalla parte opposta della città, che sorge sulla costa a ponente del porto. Se scegliete la seconda opzione, dovreste passare da Via De Nicolay 12: qui è nato Fabrizio nel 1940 e tutt'ora vi è una targa commemorativa che lo ricorda. Se invece partite da la Foce, di cui il cantautore parla in Le acciughe fanno il pallone, dovreste percorrere Corso Italia e fare tappa al civico numero 6, dove De André visse durante la gioventù.

Avvicinandovi al centro della città, arrivate al cuore storico di Genova. Una delle zone più suggestive è senz'altro quella che si affaccia sul porto antico, bella anche per alloggiarvi: la lista di hotel a Genova è lunga, ma se il vostro scopo è quello di visitare la città, quest'area è probabilmente una delle migliori in cui soggiornare. Potete comunque iniziare a scoprirla camminando lungo la palazzata di Sottoripa, gli antichi portici - per essere precisi, i più antichi d'Italia! - animati da una variopinta moltitudine di botteghe. Se arrivate in Piazza Cavour, significa che siete giunti là dove è nata la celebre Crêuza de mä. Fino al 2017, Piazza Cavour è stata la sede storica del mercato del pesce di Genova. Avete presente le voci - una femminile e una maschile - che si sentono alla fine della canzone? Non sono i versi di due cantanti, ma grida di due pescivendoli che Fabrizio e la sua equipe registrarono in mezzo al vociare dei banchi di quel mercato.

Una volta percorsa tutta la via Sottoripa, appena superata Piazza di San Marcellino potete svoltare a destra e raggiungere Via del Campo, resa celebre dall'immortale brano di De André. Qui, presso il negozio di dischi Gianni Tassio, un tempo si riunivano tutti i grandi della Scuola Genovese. Oggi, al posto di quel negozio, ci trovate il museo Via del Campo 29 rosso, che custodisce una serie di oggetti e vinili in memoria di quei tempi. Se poi volete concludere con una tappa speciale, potete uscire dal centro storico e dirigervi verso Sant'Ilario, quartiere della Riviera di Levante, bellissimo da visitare, situato alle spalla di Genova Nervi. La sua stazione ferroviaria non funziona più, ma è ancora lì, a raccontare la storia di Bocca di Rosa.

Vorresti pubblicare un articolo con un backlink su L'Angolo Ligure? Clicca qui!

Ultimi articoli pubblicati

19 giugno 2019

Cinque Terre le perle della Liguria

12 giugno 2019

Alta via dei Monti Liguri, la traccia completamente pedalabile

5 giugno 2019

Voglia di mare? Porta anche il tuo cane!

29 maggio 2019

Rimani sempre aggiornato sulle offerte commerciali della tua città


Leggi tutti gli articoli del blog



Contenuti sponsorizzati


In questo sito potrebbero essere utilizzati cookie di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'utilizzo di questi cookie. CHIUDI - LEGGI DI PIÙ